Al via le candidature per il Basque Culinary World Prize 2019

, , News

Al via le candidature per il Basque Culinary World Prize 2019: in palio 100.000 euro Nomine entro il 15 Maggio, vincitore annunciato il 15 Luglio a San Francisco


Condividi:
Tempo di lettura:
2 Minuti

Si aprono le candidature per il Basque Culinary World Prize, un premio da 100.000 euro promosso dal Governo Basco, dal Basque Culinary Centre e fortemente appoggiato da Massimo Bottura. Il BCWP vuole puntare i riflettori sulla forza di cambiamento della gastronomia nella società.  Alla sua quarta edizione, è aperto ai professionisti nel settore gastronomico, indipendentemente dalla cultura culinaria o nazionalità di origine.



Il Basque Culinary World Prize fa appello alla comunità gastronomica: è alla ricerca di uno chef d’avanguardia che abbia un impatto “oltre la cucina”, con creatività, conoscenza, leadership ed imprenditorialità, in settori quali la tecnologia, formazione, ambiente, salute, produzione alimentare allo sviluppo socioeconomico.  

Le nomine vanno presentate entro il 15 Maggio da professionisti e istituzioni del settore, come giornalisti, studiosi, imprenditori, accademie e aziende, direttamente sul sito del Basque Culinary World Prize:
www.basqueculinaryworldprize.com.

Il vincitore verrà annunciato 15 luglio 2019 a San Francisco durante un evento ospitato da Dominique Crenn.
La giuria interdisciplinare sarà presieduta da Joan Roca (Spagna) e comprenderà, tra gli altri, Massimo Bottura, Gastón Acurio, Ferran Adrià, Michel Bras, Yoshihiro Narisawa ed Enrique Olvera, oltre ad accademici ed esperti gastronomici di fama internazionale.

“Sono orgogliosissimo di aver vinto il Basque Culinary World Prize 2018. Avere una giuria di pari per cui sento un enorme rispetto rende questo riconoscimento ancora più significativo.” ha dichiarato Jock Zonfrillo, del ristorante Orana di Adelaide. “Il mondo della gastronomia sta esprimendo una grande forza di cambiamento e il Basque Culinary World Prize è uno strumento importante di questo movimento,” ha detto lo chef di origini italo-scozzesi, premiato per il suo lavoro di riscoperta e salvaguardia del patrimonio gastronomico e culturale delle comunità aborigene dell’Australia.

Nel 2017, il Basque Culinary World Prize è andato alla colombiana Leonor Espinosa che con la sua fondazione FunLeo promuove la “Gastronomia per lo sviluppo”. I suoi ristoranti Leo e Misia a Bogotá sono divenuti un anello di collegamento fra la conoscenza ancestrale delle popolazioni indigene e afro-colombiane, le esigenze delle aree rurali e le opportunità e i gusti della città. Nel 2016, premiata e’ stata la venezuelana di origine abruzzese María Fernanda Di Giacobbe.  Con Cacao de Origen, Di Giacobbe ha creato una rete di formazione, imprenditorialità, ricerca e sviluppo intorno al cacao come fonte di identità, cultura e benessere, offrendo opportunità a donne finanziariamente vulnerabili, che sono diventate delle microimprenditrici dell’industria del cioccolato.



Condividi:
Altri articoli su:

Qualcosa di simile