Dit’Unto – 13 ottobre – Castelnuovo Berardenga

, 7 Ottobre 2019, News

Il 13 ottobre torna a Villa a Sesta la 7a edizione di Dit'Unto, il Festival del mangiar con le mani. Una giornata di festa dedicata al cibo di strada.


Condividi:
Tempo di lettura:
3 minuti


Dit’Unto giunge alla sua settima edizione, il successo e l’apprezzamento da parte del pubblico ha portato creare un pacchetto sempre più ricco e variegato.
I numeri del 2018 parlano di circa 9000 partecipanti, 34000 degustazioni vendute, organizzazione sempre più pronta ed attenta ai dettagli, 90 volontari che hanno contribuito a rendere la giornata speciale, 49 stand che si sono impegnati al massimo per offrire agli ospiti piatti eccellenti.



Sono cifre enormi se rapportate al piccolo borgo che organizza ed ospita l’evento, Villa a Sesta, nel comune di Castelnuovo Berardenga, che non arriva a cinquanta abitanti.
Il locale Circolo Ricreativo, l’Azienda Agricola Tattoni e i 4 ristoranti (Osteria alla Villa, La Bottega del 30, L’Asinello ed il Ristorante agriturismo la Villa di Sotto) hanno ideato tutti insieme questo appuntamento fisso dell’autunno senese.
La nostra missione è quella di aumentare l’offerta in quantità ed in qualità per far crescere la festa e mantenere alto l’entusiasmo che gli da vita cercando di mettere in pratica tutti gli accorgimenti possibili per vivere al meglio la kermesse in una situazione di confort.
Rimangono fissi i capisaldi della manifestazione: buon cibo, artisti di strada, intrattenimenti per bambini ed adulti e la schietta ospitalità paesana.
Rimane la volontà di proporre cibi più o meno tradizionali da tutta Italia; solo per citarne alcuni: lampredotto, porchetta, arrosticini, piadina, e quest’anno diamo il benvenuto alla Sicilia con arancini e cannoli, all’isola di Ischia con una specialità di pesce e un dolce della tradizione campana rivisitato per l’occasione.
Anche per questa edizione saranno presenti numerose degustazioni d’autore: ben 10 gli Chef stellati Michelin: Valeria Piccini (Caino), Gaetano Trovato (Arnolfo), Riccardo Agostini (Il Piastrino), Mariano Guardianelli (Abocar), Alberto Sparacino (Cum Quibus), Maria Probst e Cristian Santandrea (La Tenda Rossa), Juan Camilo Quintero (Poggio Rosso-San Felice), Filippo Saporito (La Leggenda dei Frati), Helene Stoquelet (La Bottega del 30), Iside De Cesare (La Parolina), insieme a tanti altri colleghi “eccellenti”. NOVITA’ 2019: a partire dalle ore 17 in Piazza sarà possibile fare un aperitivo gustoso con i cocktail preparati dalla “Bottiglieria di Sale Fino” degustando anche le famose pizze gourmet della “Pergola” di Radicondoli, accompagnate da un grande dj-set.

Ad intrattenere gli ospiti grandi e piccini artisti di strada, animazione per bambini, due gruppi musicali (gli art. 659 che ormai “giocano in casa” e una sorpresa dalla bella Monopoli: gli “Skanderground” con una scaletta di pezzi tutti italiani), un gruppo di canti e balli popolari (sempre dalla Puglia i “Dertum popolare” che ci trascineranno nei ritmi della taranta), il Dj set a partire dalle ore 17 e soprattutto un panorama mozzafiato, con vigne e prati a disposizione, garanzia assoluta per rilassarsi gustando buon cibo e buon vino approfittando degli spazi pic-nic con tavoli e sedie messi a disposizione dei visitatori.

INFO TECNICHE Le degustazioni saranno vendute a carnet, cosi suddivisi:

  • 5 degustazioni cibo € 18
  • 3 degustazioni cibo + 1 gottino di vino da tavola € 12
  • 2 degustazioni cibo + 2 degustazioni vino Az.Agr. Tattoni Villa a Sesta + calice € 18
  • 1 gottino vino da tavola € 1

Sensibili ai temi ambientali quest’anno l’evento sarà “libero dalla plastica”: le degustazioni saranno servite in contenitori di materiale compostabile; sarann0 “abolite” le bottigliette di plastica per l’acqua che sarà possibile attingere da numerose fontanelle distribuite nell’area della festa.
Come sempre per chi vorrà raggiungerci senza preoccuparsi di guidare potrà usufruire dell’UntoBus da Siena.


Evento: Dit'Unto
Dove: Villa a Sesta
Città: Castelnuovo Berardenga
Quando: 12 ottobre
Web: www.ditunto.it
Condividi:
Altri articoli su: