Il Luogo di Aimo e Nadia. La lepidezza del divenire

, , Magazine

Condividi:



Entrare a far parte di un percorso, con un imprinting scolpito e consolidato nel tempo, farlo proprio e produrne una rilettura contemporanea non è un compito facile. Ma se gli assegnatari di questo compito sono una coppia di giovani cuochi che professionalmente rappresentano, l’uno per l’altro, “quello giusto”, il meccanismo funziona a meraviglia. Alessandro Negrini e Fabio Pisani incarnano l’armonico continuum temporale de Il Luogo di Aimo e Nadia, insegna leggendaria della gastronomia italiana di via Montecuccoli a Milano. Nei piatti ricreano l’evocazione della storia con la saggia levità di chi miscela solide basi tecniche a giocosa sagacia. Nessun esasperato esotismo o sussultoria contaminazione emisferica, ma come ci spiega Alessandro “La nostra, è la ricerca del buon mangiare” che scaturisce da una minuziosa conoscenza e utilizzo delle materie di base essenzialmente italiane, scandito dalla sequenza delle stagioni. È divenuto epico lo spaghetto con cipollotto fresco e peperoncino, “Piatto che ha appena compiuto cinquant’anni” come sottolinea Nicola Dell’Agnolo esperto e impeccabile direttore di sala, creato con l’obiettivo di far entrare nel novero dei piatti di alta cucina il mesto aglio, olio, peperoncino. L’Omaggio a Milano è la trasposizione del risotto alla milanese in un tortello con farcitura di ossobuco di Fassone e midollo, con un intenso e cremoso ristretto allo zafferano e parmigiano.

 

Il Luogo di Aimo e Nadia
Via Privata Raimondo Montecuccoli, 6 – Milano
+39 02 416886
www.aimoenadia.com


Condividi:

Qualcosa di simile



Iscriviti a popEating

Per ricevere sempre gli aggiornamenti di popEating, iscriviti adesso!
Indirizzo email