Come sono pop le arselline di Forte di Marmi

, , News


Condividi:

Davide Oldani, insieme agli altri membri della giuria di A tavola sulla spiaggia, ha decretato la vincitrice del concorso ideato e organizzato da Gianni Mercatali, arrivato alla ventiduesima edizione. Alternando doti di intrattenitore a quelle assodate di artista della cucina, lo “chef pop”, ha commentato i piatti in gara, miscelando senso dell’umorismo a grande cultura gastronomica. Il primo premio assoluto Cruciani OKG è andato alla pappa di mare dell’alta Maremma, proposta da Oliva Scaramuzzi in abbinamento al Rosato Carobbio. Il Sindaco Umberto Buratti ha consegnato anche la medaglia celebrativa per i 100 anni della nascita del Comune. Si è concluso così il tradizionale appuntamento enogastronomico della Versilia che ha visto presenti non solo concorrenti e prestigiosi membri della giuria ma anche amici ormai storici di tutto il team organizzatore. Oltre al Sindaco anche Renato Pozzetto, Massimo Moratti con la moglie Milly, Maria Antonietta Di Benedetto Gutgeld, l’imprenditore Salvatore Madonna, Giancarlo Aneri fondatore con Indro Montanelli, Enzo Biagi e Giorgio Bocca del premio È Giornalismo. Anche quest’anno non ha voluto mancare Sirio Maccioni del ristorante Le Cirque di New York. New entry in giuria la giovane Enrica Della Martira finalista e terza classificata a Masterchef. Un gioiello di Bijoux Cascio in Ceramicon e OKG, la nuova, avveniristica e preziosa lega, il premio Pakerson brand delle scarpe di lusso su misura, Cruciani Award quello dei famosi braccialetti in macramè, il Premio Locman, il premio Rinaldini, l’eccellenza nella pasticceria artigianale Made in Italy con i suoi famosi MacaRAL, il premio Macelleria Fracassi, il premio Forte Magazine consistente in un dipinto del Maestro Albi, gli argenti di Cassetti, week-end culturali negli alberghi della catena UNA Hotels, vini pregiati in magnum, sono soltanto alcuni dei premi. Lo show sulle “sabbie nobili“ del Forte quest’anno per le precarie condizione atmosferiche si è svolto sotto la “Vela” dell’UNA Hotel Forte dei Marmi. Il tema di quest’anno, per i 100 anni del Comune, sono state le arselline del Forte. E anche per questo appuntamento nei piatti si sono confermati semplicità in cucina e valorizzazione dei prodotti locali. Piatti dove la materia prima era costituita dagli “avanzi” per una cucina del recupero, dove la creatività recupera le migliori tradizioni gastronomiche italiane, quelle più vere. In abbinamento ai 12 piatti altrettanti vini hanno raccontato il loro terroir. Dai Colli Orientali del Friuli Eugenio Collavini, dal Trentino lo spumante Ferrari e Villa Margon, dal Veneto Aneri e Zenato, dalla Toscana Val delle Rose, Cecchi, Castello di Vicarello, Castello Banfi e il Rosé di Carobbio, dall’Umbria Arnaldo Caprai. Unico vino non italiano lo champagne Basetta, importato e distribuito dall’Enoteca Marcucci di Pietrasanta. Il servizio di catering è stato curato da Guido Guidi Ricevimenti che in poco più di due ore ha servito con la sua squadra a 40 giurati 12 proposte gastronomiche cambiando 480 piatti e 12 vini sostituendo 480 calici da degustazione. La manifestazione è stata presentata da Anna Maria Tossani di Italia 7.

A tavola sulla spiaggia A tavola sulla spiaggia A tavola sulla spiaggia





Condividi:

Qualcosa di simile