La Capanna di Eraclio – Chef Maria Grazia Soncini – Codigoro, Ferrara

, , Magazine

La Capanna di Eraclio, a Codigoro, dove Maria Grazia Soncini con la madre Vanda, la figlia Elettra tramandano la classicità delle preparazioni


Condividi:


Un’antica osteria dove i contadini impegnati fra le zolle di questi poderi sul confine fra Emilia e Veneto trovano ristoro nelle pause del loro lavoro. Sono gli anni sessanta, le operazioni di bonifica degli acquitrini del delta del Po proseguono a pieno ritmo e gli operai ai servizi idraulici e gli addetti agli scoli hanno il loro tavolo riservato. Alla Capanna di Eraclio, l’atmosfera è rimasta la stessa, una miscela di suggestioni a metà strada fra “La donna del fiume” e “La casa dalle finestre che ridono”, frizzata in un fermo immagine, vivido e brillante. Ai fornelli domina l’energia di tre generazioni di donne, Vanda, che insieme al marito, ha aperto l’osteria oltre cinquant’anni fa e che tutt’ora si dedica a tirare la sfoglia e a tramandare la classicità delle preparazioni. Maria Grazia ed Elettra, rispettivamente figlia e nipote di Vanda, condividono il compito di sincronizzare l’autenticità gastronomica della Capanna con il contemporaneo. Nei piatti si materializzano tutti gli scenari delle valli, come in “A passeggio nel Delta del Po” in cui, adagiati su una sottile e liscia polenta bianca, ci sono degli esili gamberetti di laguna fritti, un florido cefalo e sfiziose moleche, i piccoli granchi in muta. I capellini cozze, pomodorini e bottarga di muggine arrivano roboanti del loro ruolo di confortatori del palato. Il secondo della Capanna è sicuramente l’anguilla “arost in umad”, arrotolata e steccata con aglio e rosmarino, che fa un passaggio sulla brace dove ne viene scottata la pelle, per poi concludere la cottura in forno dove si crogiola nel suo grasso. Una carne generosa nell’appagamento ma mai eccessivamente fragorosa. Il fritto è appannaggio della Vanda, come si evince dalla denominazione riportata in carta, una sorta di sigillo di garanzia che denota la certezza di un’esecuzione eccellente. La chiusura la affidiamo ai sorbetti, storici presenzialisti nell’epilogo dei menu di pesce, con una punta di predilezione per quello ai sugoli, il mosto d’uva.

La Capanna di Eraclio


Località per le Venezie
Codigoro, Ferrara
Tel: 0533712154


Condividi:

Qualcosa di simile