Dalle Ande agli Appennini. Virgilio Martinez a Rimini per Al Mèni

, , Magazine


Condividi:



Al Mèni, un tendone da circo montato davanti al Grand Hotel di Rimini, ospita le esibizioni di dodici cuochi italiani, in coppia, con altrettanti provenienti da tutto il mondo. Insieme preparano piatti che scaturiscono dalla commistione di ingredienti della loro terra d’origine e dal meglio dei prodotti emiliano-romagnoli. Il progetto, emerso dal substrato creativo di Massimo Bottura e alacremente realizzato dal comune di Rimini, ha avuto, fra gli altri, il grande merito di portare in Italia giovani talenti della cucina internazione. Come Virgilio Martinez, trentaseienne peruviano, del Central Restaurante di Lima, al quindicesimo posto della World’s 50 Best Restaurants. A Rimini, porta gli elementi base della sua cucina provenienti dalle Ande e dalla Foresta Amazzonica e li mescola alle erbe romagnole, che ha raccolto personalmente, trasformando il tutto in pura avanguardia gastronomica. Il trekking per la raccolta di vegetali ad altitudini vertiginose è parte integrante della sua passione e gli consente di plasmare i suoi piatti da materie pregiate come antichi cereali, moltissime varietà di patate, alghe e preziose erbe officinali. La cucina peruviana di Martinez è sbarcata anche a Londra dove quest’anno il suo Lima ha visto brillare la stella michelin, che per la prima volta viene conferita ad un ristorante del Perù. Ecco cosa ci ha raccontato.

 

Virgilio Martinez


Condividi:

Qualcosa di simile



Iscriviti a popEating

Per ricevere sempre gli aggiornamenti di popEating, iscriviti adesso!
Indirizzo email