Romano celebra 50 anni di una cucina all’insegna del candore

, , Magazine

Romano a Viareggio rappresenta uno dei capitoli più coinvolgenti del grande libro della storia gastronomica italiana. La sua vicenda copre cinquant’anni, partendo dalla rutilante atmosfera della Versilia degli anni sessanta,


Condividi:


Romano a Viareggio rappresenta uno dei capitoli più coinvolgenti del grande libro della storia gastronomica italiana. La sua vicenda copre cinquant’anni, partendo dalla rutilante atmosfera della Versilia degli anni sessanta, precisamente dal ’66. Ed è da qui che prende il via il suo racconto, ancora più emozionante narrato in prima persona, da lui e dalla moglie Franca Checchi. Un plot che fonde appassionanti vicende familiari ai punti cardini della storia della tradizione culinaria italiana. Dalle preparazioni portate in dote da Franca, tramandatele dalla mamma, ai reiterati e immutati appuntamenti sul molo con i pescatori, alla fondazione di Linea Italia. Oggi, insieme al figlio Roberto, che oltre a curare la cantina, riserva un’attenzione estremamente scrupolosa a tutta la sala, Romano e Franca non vedono scalfito di un briciolo il loro entusiasmo e affermano con complicità che, dopo cinquant’anni, ancora si divertono quando lavorano.
Inizia Romano a raccontare come è nato il ristorante e come si è evoluto il progetto negli anni.



Poi lo raggiunge la moglie Franca che si unisce nel racconto innestando i suoi aneddoti.


Condividi:

Qualcosa di simile